Agorà: che cosa vogliamo (4)

Dico la mia partendo da alcune ipotesi che ci eravamo scambiate preparando l’AGORA’ e che mi avevano interessato.

1. reinventare relazioni fra donne e uomini e fra generazioni, quindi fra esperienze differenziate mettendo al centro il lavoro

2. ribellarsi, che è anche escogitare pratiche di lotta visibili in città e possibilmente aggreganti (esempio di S. Bologna su occupazione di piazza Duomo, evento simbolico e materiale del tipo di OWS)

Devo dire che secondo me stiamo veramente perseguendo l’obiettivo forse più ambizioso di essere insieme pensanti per la modificazione nell’articolazione delle differenze

Penso però che i punti 1 e 2 siano da mettere a tema per creare e connettere tutte le ribellioni possibili in città

ciao

maria grazia campari

 

About these ads
Questa voce è stata pubblicata in contributi e discussioni e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...