Tra reddito e lavoro

Giordana Masotto

In Svizzera Ina Praetorius si impegna nella campagna confederale di raccolta di firme per un reddito di base incondizionato. Lo fa a partire da una base teorica postpatriarcale, con la limpida determinazione a far emergere una nuova definizione di economia, lavoro, essere umano, denaro. E così apre un conflitto pubblico dai risvolti interessanti. Nell’intervista pubblicata sull’ultimo numero di Via Dogana (in PausaLavoro: “Ina Praetorius: una rompiscatole piena di humour”) racconta l’esperienza in corso e ci ragiona su.  Sempre a proposito di lavoro e reddito, nello stesso numero del giornale Chiara Martucci, Loretta Borrelli, Silvia Motta ed io discutiamo di un progetto nato nell’Agorà e che ci interessa molto: “Questo lavoro (non) è la nostra vita. Verso un codice di autodeterminazione nei lavori di oggi. A partire da sé ma non isolate/i.”

In attesa di riprendere i nostri incontri nella nuova stagione dell’Agorà, segnalo che la presentazione e discussione di Via Dogana sarà sabato 14 settembre – ore 18 alla libreria delle donne di Milano.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in contributi e discussioni e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...